Accesso Utenti

 

"Per me recuperare le tradizioni significa fare bene le cose semplici"

Noemi

Visitatori Totali
325709

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Vini "molto" d'oltre confine: per questa rubrica partiamo da luoghi lontani, esempio di un'esportazione riuscita. Napa Valley è molto conosciuta per essere la contea che produce la maggioparte del vino della California, circa il 60% della produzione infatti viene da lì.

Quando si parla di "Valley" negli Stati Uniti, probabilmente ai più viene in mente l'abbinamento con "Silicon". Ma per chi è appassionato di vini no; nel suo archivio mentale la priorità viene data senza dubbio alla Napa Valley. 

napaMappaUbicata a nord della San Francisco Bay Area, questa valle beneficia di un clima ideale per la coltura dell'uva da vino. Sembra un distaccamento  mediterraneo, che nel tempo è stato accreditato come una delle zone più piacevoli dove vivere negli Stati Uniti. Le colline circostanti danno in primavera un piacevole colpo d'occhio, grazie alla sbocciatura di fiori selvatici ed alla graduale maturazione dell'uva che contribuisce a rendere i colori man mano più bruni. Il tutto completato da itinerari tra campagna e pittoresche cittadine rurali.

Questa contea viene consigliata per la degustazione di vini e cibi, attraverso ristoranti insigniti delle stelle dell'autorevole Guida Michelin. Ma anche per una sorta di "via del vino", composta da circa 400 cantine a conduzione famigliare, dove poter degustare alcuni tra i migliori vini al mondo. 

La storia di Napa Valley inizia negli anni '60, quando la tenacia e la lungimiranza  di "Un" Italiano in particolare (Robert Mondavi americano di seconda generazione originario delle Marche), agevolò di fatto una corrente di vinificatori, che già alla fine degli anni '60 contava circa 50 cantine. L'obiettivo era quello di diffondere la filosofia della degustazione del vino tra gli americani, che fino ad allora consideravano questa "bevanda" solo un mezzo per ubriacarsi più lentamente, vista l'abitudine a bere birra e bourbon.

Continua, per arrivare alla ormai celeberrima gara di degustazione tenutasi in Francia nel 1976, nella quale i vini della Napa Valley si aggiudicarono i primi due posti, superando in molti casi i vini delle migliori regioni di Francia ed Italia e sdoganadoli finalmente dalla nomea di vini solo "divertenti". Oggi questa florente produzione, contribuisce a sostenere pesantemente l'economia della California.

Tra i vini ormai tipici nella zona, possiamo annoverare: tra i bianchi il Gewürztraminer, il Riesling, il Fumé Blanc ed il CalifornimagesCATKA1LJia Chardonnay; tra i rossi, i migliori sono il Cabernet Sauvignon, il Pinot Nero, il Merlot e il Beaujolais; tra i vini da conversazione il porto (rosso e bianco) e da accompagnamento per i dolci il Moscato (Muscat).

Mai come in questo caso, mutuando un famoso detto: l'occasione fa l'uomo...degustatore.

 

Luigi - By C&M

 

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
Invalid template file /web/htdocs/www.cakesandmore.it/home/components/com_komento/themes/kuro/comment/famelist.php