Accesso Utenti

 

"Per me recuperare le tradizioni significa fare bene le cose semplici"

Noemi

Visitatori Totali
325675

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Quante volte per gioco abbiamo provato a tradurre modi gergali di dire in lingua inglese? Out of head...salvo poi scoprire quanto sia difficile che un gergo, nato in contesti culturali diversi, possa calzare in una traduzione letterale inglese. In questo articolo proviamo a confrontare frasi di slang diversi ed elenchiamo modi di dire curiosi, incomprensibili se tradotti letteralmente in italiano.

 

 

 

Blast, che letteralmente significa "esplosione" , viene usata in gergo per indicare una cosa bella, fantastica. Ad esempio l'italiano "che sballo!" viene tradotto "What a blast!" che se venisse tradotto letteralmente suonerebbe alquanto ridicolo: "Che esplosione!"

terribilie esplosione

Search me, che letteralmente potrebbe essere tradotto: cercami, è l'equivalente informale di "I don't know" (non lo so) e viene usato in contesti amicali o famigliari.

keep-calm-and-ah-non-lo-so-io

Hit the nail on the head, letteralmente significa "colpire il chiodo sulla testa" ma in realtà traduce il nostro modo di dire: "azzeccare", "fare la cosa giusta", "fare centro".

water

Better safe than sorry! Letteralmente si traduce in "meglio salvi che dispiaciuti" ma in effetti significa "Meglio prevenire che curare!"

prevenzione

Off the hook, intraducibile letteralmente, invece è un rafforzativo dei termini Trendy o Cool. Si può tradurre in "super moderno".

trendy

A bird in the hand in worth two in the bush, la traduzion letterale in questo caso è: Un uccello in mano vale in due nel cespuglio...?! Boh.
In effetti, facendo due ragionamenti calza bene con il nostro: meglio un uovo oggi che una gallina domani... e allora ditelo!

meglioUnUovo

Don't count your chickens before they are hatched: non contare i tuoi polli prima che siano nati. Ma quali polli? In italiano si direbbe: "non mettere il carro davanti ai buoi" oppure "non vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso" o ancora "non dire gatto se non ce l'hai nel sacco"...tutt'altro genere di animali.

Curiosità:
se per i primi due detti è evidente l'etimologia, per il terzo esiste un'origine storica. "Non dire gatto se non l'hai nel sacco" si dice derivi dall'assedio di Chioggia da parte della Repubblica di Genova, battaglia avvenuta tra il 1379 ed il 1381, durante la quale la Repubblica di Genova assoldò un cospicuo numero di truppe della famiglia dei Fieschi, antica famiglia Guelfa originaria dell'entroterra di Levante.
Nello stemma araldico di famiglia era presente il "Gatto", per questo il grido di guerra scelto fu: "Gatto! Gatto! Gatto!". Durante i lunghi anni dell'assedio pertanto si evitava di gridare "Gatto!" in attesa di riuscire a saccheggiare la città... da qui il detto.

Stemma Fieschi

Ce ne sarebbero tanti altri...troppi, ma magari ce li riserviamo per un'altra occasione.
ciao

 Luigi - By C&M

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
Invalid template file /web/htdocs/www.cakesandmore.it/home/components/com_komento/themes/kuro/comment/famelist.php