Accesso Utenti

 

"Per me recuperare le tradizioni significa fare bene le cose semplici"

Noemi

Visitatori Totali
479436

Categorie Cakes

Le torte sono l'oggetto del desiderio che ci ha ispirato nel realizzare questo sito; in realtà la prima idea è stata quella di un semplice blog, attraverso il quale condividere esperienze e sensazioni della "dolce arte". Ma pensandoci bene abbiamo condiviso che la torta è solo una delle belle cose Italiane (e non) che ci allietano e ci rendono più "dolce" la vita. Per questo, pur non dimenticando l'idea originale, abbiamo voluto tracciare un percorso virtuoso, che ci facesse riflettere su grandi e piccole cose pro-life: cake & more, per allenare la memoria a non dimenticare le tradizioni.

 

 FRITTI  TORTE  CROSTATE  CUPCAKES & MUFFINS
       
   
 CREME  BISCOTTI   IMPASTI BASE  CREPES

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La realizzazione delle crepes suzette è legata ad un errore in cucina, come del resto spesso è accaduto nella storia. Sono nate all'inizio del '900 quando, nelle cucine del Cafè de Paris a Montecarlo, un apprendista del famoso chef Escoffier, stava preparando un dessert per Edoardo VII Principe di Galles, futuro re d'Inghilterra. Tale apprendista allora quattordicenne, era Henri Charpentier.

Come egli stesso racconta nelle sue memorie, fu probabilmente per l'emozione dell'evento o per errore, che rovesciò dei liquori nella padella delle crepes. Le stesse presero fuoco e si caramellizzarono. Pensando di non avere più tempo per rimediare le assaggiò e, scoprendo che erano buone, decise di servirle all'illustre ospite.

Le crepes piacquero così tanto ad Edoardo VII che ne volle altre e chiese il nome della ricetta. Charpentier rispose "crepes Princesse". Ma lui, dopo averlo ringraziato per l'onore, propose invece di dedicarle alla giovane figlia di un suo ospite ed amico, per l'appunto Suzette.
La storia è controversa perchè molti studiosi sono scettici sul fatto che proprio Charpentier abbia servito il dessert al reale d'Inghilterra, quando di regola il servizio spetta ai camerieri.
Comunque, a parte la storia, Escoffier o Charpentier, noi sappiamo che si tratta di un dessert davvero delizioso.
La particolarità di questa ricetta è che la salsa si può preparare anche con molto tempo d'anticipo, perchè più riposa e più è buona.
Allora, come dice un mio amico, "crep l'avaris" e mangiamole. 

 

 

INGREDIENTI

Per le crepes - ricetta base:

500 ml di latte

250 gr di farina

3 uova

50 gr di burro

20 gr di zucchero

1 cucchiaio di rum

1 pizzico di sale

 

Per la salsa:

50 gr burro

50 gr zucchero a velo

1 limone 

2 arance

1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio

1 bicchierino di liquore all'arancia

1/2 bicchierino di brandy o rum

1/2 bicchierino blu curacao

 
   
PREPARAZIONE  

Crepes

1- Scaldare il latte con il burro in un pentolino. Far raffreddare.

2- In una ciotola unire uova, zucchero ed un pizzico di sale.

3- Sbattere ed aggiungere poi, un poco alla volta, la farina setacciata. Sciogliere bene tutti i grumi.

4- Unire il latte e, per ultimo, il rum. Far riposare il composto, in frigorifero, per due ore.

5- Cuocere le crepes: ungere leggermente una padella con del burro e varsare un mestolino di composto. Roteare la padellina in modo da distribuire uniformemente la pastella. Attendere fino a quando la crepe si è rappresa, voltare e terminare la cottura.

 

Salsa e completamento

1- Tagliare a listarelle sottilissime la scorza di 1/2 limone e di 1 arancia, senza la parte bianca perchè è amara. (Se preferite potete grattugiarla).

2- Aggiungere lo zucchero a velo alle scorze e mescolare.

3- Spremere il limone e le arance e poi filtrare il succo.

4- Sciogliere il burro in una padella larga, a fiamma bassissima ed aggiungere le scorze con lo zucchero, il succo di limone, il succo di arancia, l'acqua di fiori d'arancio, il liquore d'arancia ed il blu curacao.

5- Far riprendere il bollore alzando la fiamma e, mescolando, spegnere dopo 2 - 3 minuti. La salsa dovrà sembrare uno sciroppo. La salsa così ottenuta, può essere conservata in un vasetto in frigorifero; la si può preparare quindi in anticipo.

6- Scaldare un po' di salsa in padella e unire le crepes aperte, che dovranno essere completamente sommerse; piegare in quattro (dovranno sembrare dei triangoli) e versare il brandy per fiammeggiare. Attenzione a non bruciare la cappa della cucina!

 

P.S. I liquori possono variare, tranne il liquore all'arancia che secondo me è obbligatorio. 

        

Noemi - By C&M 

 

 

 

Ti possono interessare anche:

- Crepes senza uovo                    - Crepes senza zucchero      

 

crepes-marmellata                        crepeCioccolato 

 

 

                                                                           

   

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
Invalid template file /web/htdocs/www.cakesandmore.it/home/components/com_komento/themes/kuro/comment/famelist.php