Accesso Utenti

 

"Per me recuperare le tradizioni significa fare bene le cose semplici"

Noemi

Visitatori Totali
325713

Categorie Cakes

Le torte sono l'oggetto del desiderio che ci ha ispirato nel realizzare questo sito; in realtà la prima idea è stata quella di un semplice blog, attraverso il quale condividere esperienze e sensazioni della "dolce arte". Ma pensandoci bene abbiamo condiviso che la torta è solo una delle belle cose Italiane (e non) che ci allietano e ci rendono più "dolce" la vita. Per questo, pur non dimenticando l'idea originale, abbiamo voluto tracciare un percorso virtuoso, che ci facesse riflettere su grandi e piccole cose pro-life: cake & more, per allenare la memoria a non dimenticare le tradizioni.

 

 FRITTI  TORTE  CROSTATE  CUPCAKES & MUFFINS
       
   
 CREME  BISCOTTI   IMPASTI BASE  CREPES

Fritti

SERIE "DOLCI DI CARNEVALE" 
I tortelli dolci milanesi fanno parte di una vecchia tradizione; venivano infatti preparati il giorno di S. Giuseppe, il 19 marzo. Erano frittelle di pasta fritte e zuccherate, che i falegnami regalavano ai propri garzoni in occasione appunto della festa del loro patrono. Si chiamavano "farsòe", "bocconòtt"; o anche "làciàditt" se c'era la mela nell'impasto. Nella bassa padana c'era la versione con l'uvetta o con la marmellata di "savoret", una marmellata buonissima fatta con mele e uva nera della varietà lambrusco o fontana. Oggi sono conosciuti in tutt'Italia e vengono consumati a Carnevale; ci sono sia vuoti che riempiti con crema, la versione più golosa. Un consiglio, attenzione ai passaggi per non compromettere la buona riuscita della ricetta.

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 807

SERIE "DOLCI DI CARNEVALE"

Ci sono mille ricette per le chiacchere, ogni regione d'Italia ha la ricetta tradizionale: cenci in Toscana, bugie in Liguria/Piemonte, crostoli in Veneto (e a Ferrara), frappe in Lazio e... chiacchiere appunto, in Lombardia. Più o meno le ricette sono simili, quello che le differenzia è il tipo di liquore o vino aggiunto all'impasto. Io utilizzo ogni anno la ricetta che segue, e mi sono sempre trovata bene. Provatela anche Voi. La mia versione è rigorosamente "fritta"; qualcuno le cuoce al forno, saranno anche più salutari ma... "vuoi mettere il sapore delle chiacchere fritte"?

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 696

SERIE "DOLCI DI CARNEVALE"

La ricetta delle stelle filanti è semplicissima e di grande effetto. Si parte dall'impasto di uova e farina come per fare la pasta all'uovo e si procede colorando l'impasto. In seguito si friggono le "tagliatelle" di pasta come si fa per le chiacchere. Non resta che provare.

 

 

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 650

Le zeppole di San Giuseppe sono dolci conosciuti in tutta Italia e consumati per la festa del papà. La ricetta è molto antica e risale all'inizio del 1800, ma ancora prima già gli antichi romani preparavano dei dolci simili a queste frittelle, preparati con miele ed olio. La prima traccia della ricetta risale al 1837 ad opera del cuoco-gastronomo Ippolito Cavalcanti che la trascrisse nel suo trattato "cucina teorico-pratica". Allora la versione era molto semplice e gli ingredienti erano davvero pochi: acqua, vino, farina, zucchero e cannella. Le zeppole che conosciamo oggi sono farcite con crema pasticcera ed amarene sciroppate; la tradizione vuole che siano fritte in olio bollente ma esiste anche la versione al forno. Queste sono le zeppole fritte. 

Leggi Tutto Commenti (12) Visualizzazioni: 864

Le zeppole di riso sono frittelle tipiche siciliane e sono preparate sia per la festa di San Giuseppe, il 19 marzo che a Natale. Sono conosciute anche con altri nomi: zeppole di riso alla catanese o crespelle di riso, "crispeddi", per la superficie increspata che si forma in cottura.  Queste frittelle vengono cucinate in tutta la Sicilia, in numerose varianti che rispecchiano le tradizioni locali e le più conosciute sono le zeppole di riso catanesi, quelle siracusane e quelle messinesi che, a differenza delle prime due, contengono anche le uova nell'impasto. Esistono anche le versioni salate, i "crispeddi c'anciova" e "cà ricotta", farcite con acciughe e ricotta.

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni: 738