Stampa
Categoria: Creme
Visite: 633

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E' difficile risalire alla data di nascita della crema pasticcera. Sicuramente sappiamo che è nata in Europa e per la precisione, la contesa è tra l'Italia e la Francia.  La crema pasticcera può essere servita come dolce al cucchiaio ma può essere utilizzata anche per farcire torte, bignè e cannoli. Partendo da una base di uova, zucchero, farina e latte si possono ottenere numerose varianti aromatizzandola con scorza di limone, vaniglia o liquori. Oppure, aggiungendo il cioccolato si ottiene la versione che io chiamo "moretta". Le varianti famose sono la crema diplomatica (o chantilly all'italiana), la mousseline, la chiboust ed in Francia, la frangipane.

INGREDIENTI 

500 ml. di latte

4 tuorli

30 gr. di farina

20 gr. di amido di mais (maizena) o fecola di patate

170 gr. di zucchero

scorza di 1/2 limone

1 bustina di vanillina

 

 
PREPARAZIONE

1- Scaldare il latte con la scorza di limone (solo la parte gialla).

2- In un pentolino sbattere i tuorli con lo zucchero finchè il composto risulta chiaro. Aggiungere la farina e l'amido di mais e mescolare per sciogliere tutti i grumi.

cr-past-uovozuccherocr-past-uovo-zucchero-2

3- Aggiungere poco latte caldo e mescolare. Ripetere l'operazione altre 2 - 3 volte e quando il composto è liscio e cremoso, aggiungere il resto del latte. Unire la vanillina.

cr-past-latte

4- Mettere sul fuoco a fuoco basso e cuocere la crema mescolando continuamente. Noterete che all'inizio si sarà formata una schiuma: un segnale che la crema è pronta è proprio la scomparsa di questa schiuma.

cr-past-schiumacr-past-cotta-1cr-past-cotta-2

5- Un trucchetto per non far attaccare la crema al fondo del pentolino è quello di mescolare disegnando un 8. La crema è pronta quando vedrete salire la prima bolla: togliere dal fuoco e versare in una scodella fredda. "Picchiettare" la crema con un pezzo di burro, per evitare che si crei una pellicola.

cr-past-raffreddarecr-past-raffreddare-burrocr-past-burro-2

 

In alternativa si può coprire la crema con la pellicola per alimenti, appoggiandovela sopra. 

cr-past-pellicola

 Curiosità:  la regola prevede l'utilizzo delle seguenti quantità, per ogni 500 ml. di latte: 18% di tuorli, 5% di farina, 2% di fecola, 16% di zucchero. Io non ho mai provato a fare questi calcoli e questa proposta è la crema che io uso sempre per farcire i miei dolci. Ha un giusto equilibrio e non ha quel fastidioso sapore di uova.  

 

Noemi - By C&M

cake logo

                                                                            

   

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
Invalid template file /web/htdocs/www.cakesandmore.it/home/components/com_komento/themes/kuro/comment/famelist.php
Powered by Komento