Accesso Utenti

 

"Per me recuperare le tradizioni significa fare bene le cose semplici"

Noemi

Visitatori Totali
485751

Categorie Cakes

Le torte sono l'oggetto del desiderio che ci ha ispirato nel realizzare questo sito; in realtà la prima idea è stata quella di un semplice blog, attraverso il quale condividere esperienze e sensazioni della "dolce arte". Ma pensandoci bene abbiamo condiviso che la torta è solo una delle belle cose Italiane (e non) che ci allietano e ci rendono più "dolce" la vita. Per questo, pur non dimenticando l'idea originale, abbiamo voluto tracciare un percorso virtuoso, che ci facesse riflettere su grandi e piccole cose pro-life: cake & more, per allenare la memoria a non dimenticare le tradizioni.

 

 FRITTI  TORTE  CROSTATE  CUPCAKES & MUFFINS
       
   
 CREME  BISCOTTI   IMPASTI BASE  CREPES

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il dolce che propongo è considerato abbastanza difficile anche se prevede pochi ingredienti, il pan di spagna e la crema diplomatica: la torta mimosa. Diventata dolce classico della festa della donna, prende il nome dalla mimosa, il fiore offerto alle donne l'8 marzo. E' infatti la fantasiosa guarnizione fatta di pan di spagna sbriciolato, che rende questa torta scenografica e che ricorda il fiore simbolo della giornata internazionale della donna. Esiste una variante che prevede l'utilizzo dell'ananas, frutto che conferisce freschezza al dolce. La difficoltà di questa torta è data dalla preparazione del pan di spagna ma seguendo le regole, la riuscita è garantita. Comunque, per chi proprio non ha tempo o per i principianti che non se la sentono di cimentarsi nella preparazione del pan di spagna, c'è sempre quello già pronto al super o in pasticceria! 

INGREDIENTI PER 4/6 PERSONE 

2 pan di spagna del diam. di 24 cm. già pronti

 

Crema pasticcera, (il segreto per una buona riuscita del dolce è questa crema pasticcera un po' più densa del solito):

500 ml latte

2 uova intere

80 gr. farina

scorza di 1 limone

 

Crema diplomatica:

crema pasticcera fredda, preparata prima

200 panna montata

 

Bagna al liquore:

100 ml. acqua

50 ml. cointreau opp. alchermes o altro liquore dolce a piacere (io uso volentieri il limoncello)

50 gr. zucchero

 

Panna montata, (facoltativa - vedi spiegazione sotto):

200 ml panna da montare

50 gr zucchero a velo

 

 
PREPARAZIONE

Crema pasticcera:

1- In un pentolino sbattere le uova e lo zucchero con una frusta.

2- Unire la scorza di limone intera (per poi toglierla) o se preferite, grattugiata.

3- Unire la farina e mescolare, aggiungere il latte freddo, poco alla volta e porre il pentolino sul fuoco.

4- Cuocere la crema mescolando continuamente e spegnere il fuoco non appena sopraggiunge il bollore.

N.B. Io uso il latte freddo perchè la crema non assume uno sgradevole sapore di uovo.

 

Crema diplomatica:

1- Montare la panna ed unire alla crema pasticcera delicatamente.

2- Mettere in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

 crema-diplomatica-5

Bagna al liquore:

1- Mettere in un pentolino l'acqua, lo zucchero ed il liquore, portare ad ebollizione e far ridurre di 1/3. 

2- Far raffreddare.

 

Panna montata zuccherata: 

1- Lavorare, con le fruste elettriche, la panna finchè non risulterà semi-montata.

2- Unire lo zucchero a velo e continuare a montare per qualche minuto finchè il composto apparirà più lucido.

3- Mettere in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

crema-diplomatica-1

 

Composizione del dolce:

1- Eliminare dai pan di spagna la parte scura sia nei bordi che nella parte superiore.

pandispagna

2- Tagliare i due pan di spagna a metà: tenere 3 dischi interi e tagliare a strisce e poi a dadini il quarto disco.

pandispagna-dischipandispagna-cubetti

3- A questo punto si deve comporre il dolce mettendo un primo disco di pan di spagna ed inzuppandolo bene con la bagna al liquore.

4- Si farcisce con uno strato di  crema diplomatica (per facilitare il compito è consigliabile mettere la crema in un sac à poche).

5- Si procede nello stesso modo con il secondo disco di pan di spagna ed infine si copre con il terzo disco. Si copre la torta con la pellicola trasparente e si lascia riposare in frigorifero per mezz'ora almeno.

6- Prima di servire si spalma tutto il dolce con la crema rimasta per poi far aderire i cubetti di pan di spagna.

6- Infine si cosparge la torta con zucchero a velo. Si deve conservare in frigorifero avendo cura di coprirla con pellicola alimentare o una cupola per evitare che il pan di spagna si secchi.

 

N.B. Come avrete notato non ho utilizzato la panna montata: secondo la ricetta originale è presente ed andrebbe spalmata in ogni strato prima di mettere la crema diplomatica. Dalla mia esperienza, ho notato che il dolce non rimaneva compatto cioè gli strati tendevano a scivolare e quindi io preferisco non metterla.

 

Per dare la caratteristica forma a cupola al dolce, è possibile assemblare il dolce utilizzando una terrina di vetro foderata con strisce di carta forno:

- Mettere sul fondo il primo disco di pan di spagna, inzuppare con un po' di bagna al liquore, spalmare la crema diplomatica.

tortamimosa-terrinatortamimosa-crema

- Posizionare il secondo disco e di seguito gli ingredienti come sopra.

- Terminare con l'ultimo disco di pan di spagna, coprire con la pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per almeno mezz'ora.

- Sformare il dolce su un piatto e ricoprire interamente con la crema rimasta.

- Ricoprire il dolce con i cubetti di pan di spagna.

- Conservare la torta in frigorifero fino al momento della consumazione, coperta con pellicola trasparente o con una cupola di plastica o vetro, per non far seccare il pan di spagna.

 

Noemi - by C&M 

cake logo

 

 

 

                                                                            

   

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
Invalid template file /web/htdocs/www.cakesandmore.it/home/components/com_komento/themes/kuro/comment/famelist.php